Sei in: La raccolta differenziata schizza al 78% nel centro cittadino

La raccolta differenziata schizza al 78% nel centro cittadino

 
Le "Gabbianelle" in azione
Le "Gabbianelle" in azione

Clamorosi risultati dopo l'avvio del sistema delle "Gabbianelle" e del "Porta a porta"

Dopo l'avvio del progetto di raccolta differenziata "porta a porta" e delle "Gabbianelle", sono affluiti in Comune i primi dati relativi al centro cittadino,. Ebbene, nell'area del centro cittadino, la percentuale di raccolta differenziata è arrivata addirittura al 78%, con un incremento del 40% rispetto alla media di differenziata già raggiunta dall'intera città dopo la sola introduzione della raccolta dell'"umido".

 

«Si tratta di un grande risultato», afferma l'assessore all'Ambiente Paolo Canducci, «Infatti, partivamo da una percentuale molto bassa dovuta anche alla mancanza di cassonetti per la raccolta differenziata. Grazie al nuovo sistema delle "Gabbianelle" è invece possibile raccogliere l'umido anche in centro. Questi risultati sono il frutto della preziosa collaborazione dei cittadini e dei commercianti, che ci incoraggiano ad andare avanti. Ribadiamo che, dopo i primi sei mesi dall'introduzione di queste novità, insieme al comitato di quartiere e alle associazioni di categoria, procederemo ad una valutazione complessiva dei nuovi servizi per risolvere le eventuali criticità. Nel frattempo la Polizia Municipale effettua monitoraggi quotidiani per sanzionare chi conferisce i rifiuti in orari diversi da quelli stabiliti e comunicati alle famiglie».

 

«Investire in questa campagna sulla raccolta differenziata ha dato risultati straordinari», conclude l'assessore. «Questo produrrà benefici sia in termini ambientali che economici. Il Comune, infatti, diminuisce i costosi conferimenti in discarica, e avvia invece preziosi materiali al riutilizzo, generando un ulteriore beneficio economico. Quella sulla raccolta differenziata è dunque una battaglia che andava fatta e della quale gli stessi cittadini possono essere orgogliosi, visto che in questo modo tutti possiamo contribuire al miglioramento della qualità dell'ambiente e al decoro, grazie per esempio alla rimozione dei maleodoranti cassonetti, altro provvedimento molto utile, specie in chiave turistica».

 
 
San Benedetto del Tronto

- 09 luglio 2009