Sei in: La Città , Monumenti e sculture , La Sibilla

la sibilla

 

Realizzata nel 1978 dallo scultore Giuseppe Marinucci (Ascoli Piceno, 1925 - 1981) ed appartenente quindi all'ultima fase della sua produzione artistica, la "Sibilla" è stata donata dal figlio Giacomo al Comune insieme ad un'altra opera, "La Farfalla", esposta alla Palazzina azzurra in occasione della mostra dedicata all'artista lì svoltasi nell'agosto 2008.

Collocata all'inizio del riqualificato viale Alcide De Gasperi e valorizzata da suggestivi giochi di luce e di "acqua atomizzata", la "Sibilla" è alta circa due metri ed è stata realizzata, come la "Farfalla", assemblando materiali ferrosi di recupero che danno vita alla rappresentazione suggestiva della mitologica figura che ha affascinato generazioni di artisti e che dà il nome ai monti che caratterizzano il Piceno.

"Giuseppe Marinucci - scrive il critico Armando Ginesi - è stato un manipolatore straordinario della materia, capace di sintonizzarsi con essa per rintracciarne ogni potenzialità dialogica attraverso cui dare voce ai sentimenti".