Cambio di abitazione (cambio di residenza nel territorio comunale)

 
 
 
 
 
 
 

Descrizione

 

I cittadini residenti sono tenuti a comunicare i cambiamenti di abitazione entro 20 giorni dall'avvenuta variazione che ha comportato lo spostamento della loro dimora abituale ad altro indirizzo del territorio Comunale; l'obbligo della comunicazione del cambio di abitazione sussiste anche quando il cittadino varia la sua residenza ad altro interno nell'ambito del medesimo edificio.

 

Modalità di presentazione

 

I cittadini dovranno rendere le dichiarazioni utilizzando ESCLUSIVAMENTE i moduli conformi a quelli predisposti dal Ministero dell'Interno, disponibili in questa pagina, prestando particolare attenzione alle parti indicate come obbligatorie.

 

Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela. Il modulo deve essere, altresì,  sottoscritto dalle persone maggiorenni che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente.

 

Alla dichiarazione devono  essere allegate  copie del documento d'identità di tutti i sottoscrittori.  La fotocopia del documento d'identità deve essere leggibile.

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche nei seguenti modi:

  • direttamente,  presso gli uffici dello sportello unico del cittadino sede comunale di Viale De Gasperi, n. 124, 2° piano, o presso gli uffici di Porto d'Ascoli in via Turati, n. 2 negli orari indicati in questa scheda
  • per raccomandata indirizzata a: Sportello Unico del cittadino - viale De Gasperi, n. 124 - 63074 San Benedetto del Tronto (AP)
  • per fax, al seguenti numero 0735/794544
  • per posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo@cert-sbt.it
  • per posta elettronica semplice al seguente indirizzo: residenza.anagrafe@comunesbt.it

L'invio con posta elettronica, ordinaria o certificata, è consentito ad una delle seguenti condizioni:

a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;

b) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione (attualmente sistema non attivo nel comune di San Benedetto);

c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente.

d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente unitamente alla copia del documento di identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

 

CONSEGUENZE IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero, si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace; inoltre l'Ufficiale d'Anagrafe effettuerà apposita segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

 

Costi e validità

 
 

Tempi di risposta

 

45 giorni

 

Ai sensi dell'art. 2 comma 9bis della Legge n. 241/1990 si rende noto che, in caso di inerzia nella conclusione del presente procedimento, titolare del potere sostitutivo è il Dirigente (cliccare sul link corrispondente alla descrizione del "Settore" in alto, in questa stessa scheda).

 

Solo in caso di inattivazione del Dirigente, procederà in sostituzione il Segretario Generale (secondo le modalità indicate nello specifico avviso).

 

Note aggiuntive

 

Il cittadino ottiene, senza ulteriori richieste, l'aggiornamento dei dati relativi all'indirizzo di residenza sui seguenti documenti:

  • libretti di circolazione dei veicoli di proprietà dei soggetti interessati alla variazione di indirizzo;
  • tessere elettorali degli elettori interessati alla variazione di indirizzo.

Il cambio di indirizzo non comporta la necessità di aggiornare la Carta di identità, che resta valida comunque fino alla sua naturale scadenza.

 

Eliminazione dell'indicazione della residenza sulla patente (art. 116 C.d.S.)

Per effetto della modifica dell'art. 116, comma 13, C.d.S., sulla nuova patente di guida è stata eliminata l'indicazione della residenza del titolare. Tuttavia, tale dato continuerà a figurare comunque nell'archivio degli abilitati alla guida di cui all'art. 226 C.d.S. e sarà aggiornato sulla base delle comunicazioni da parte dei Comuni, a seguito della dichiarazione resa dal titolare di patente in occasione del cambio di residenza. Anche per le patenti rilasciate prima della data di entrata in vigore delle nuove norme, è sospesa la stampa di fustelle adesive di aggiornamento.

 

 

Per evitare code in più uffici, al cittadino che presenta la dichiarazione allo sportello viene consegnato anche il modello per la denuncia della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani Tarsu /Tares. Per la sua corretta compilazione è necessario conoscere le generalità del proprietario, i mq occupati ed i dati catastali obbligatori (foglio, particella e sub) dell'unità abitativa occupata.
Si ricorda che è necessario inviare all'Ufficio Tributi, anche via fax al n. 0735/794422 ovvero via email all'indirizzo tributi@comunesbt.it, la dichiarazione di cancellazione ai fini della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani relativa all'immobile precedentemente occupato qualora ricorrano le seguenti condizioni:

  • abitazione restituita al proprietario
  • abitazione venduta
  • abitazione vuota e priva di utenze

In caso di domanda di cambio di abitazione spedita per posta o via e-mail, la dichiarazione Tarsu /Tares, compilata con i dati obbligatori di cui sopra, potrà essere inviata direttamente all'Ufficio Tributi anche via fax al n. 0735/794422 ovvero via email all'indirizzo tributi@comunesbt.it.
Il modelli di denuncia inizio occupazione e di cancellazione sono disponibili nella sezione modulistica della presente pagina.

 

Grazie ai collegamenti informatici esistenti ed alle comunicazioni periodiche, l'Anagrafe comunale fornisce l'informazione delle variazioni di indirizzo intervenute all'anagrafe sanitaria (ASUR), all'Agenzia delle Entrate e agli altri servizi comunali.

 

Se la richiesta di cambio di indirizzo viene respinta, il cittadino riceve tutte le informazioni utili per l'inoltro di una nuova domanda o per l'eventuale ricorso al Prefetto o all'Autorità Giudiziaria competente.

 

Normativa di riferimento

 

Legge 24.12.1954, n. 1228 "Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente"

D.P.R. 30.5.1989, n. 223 "Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente"

 

Modulistica