Progetti Comunitari
 
 

Il programma LIFE compie 30 anni il 21 maggio 2022!

Il 21 maggio 2022 il programma LIFE, lo strumento di finanziamento dell'Unione Europea per l'ambiente e l'azione per il clima, compie trent'anni.

È possibile contribuire alla celebrazione di questa importante ricorrenza mettendo in campo una serie di azioni come descritto sul sito Lifeis30.

Sempre sul sito Lifeis30 sono disponibili schede informative, linee guida per la comunicazione, toolkit e altro per festeggiare l’evento.

Il Comune di San Benedetto del Tronto celebra il trentennio del LIFE nell’ambito del progetto (LIFE20 CCA/IT/001752)

 

LIFE + A_GreeNet per la rigenerazione verde della città del Medio Adriatico

 
 

LA COOPERAZIONE TERRITORIALE - INTERREG

La collaborazione tra gli Stati europei confinanti è cruciale per la coesione dell’Unione. Per facilitarla, l’UE ha messo in piedi la cooperazione territoriale, meglio nota come ‘Interreg’: una politica che si divide in tre grandi aree: quella transfrontaliera, quella transnazionale e quella interregionale.

Lanciata per limitare l’impatto fra aree diverse ma confinanti, la cooperazione territoriale è stata inquadrata come un obiettivo della politica di coesione europea a partire dal 2000. Lo scopo è affrontare le sfide comuni trovando soluzioni condivise nei territori contigui in vari campi: ambiente, sostenibilità, ricerca, educazione, salute, trasporti, innovazione e Piccole e Medie Imprese - PMI.

Finanziata dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), la politica di cooperazione territoriale dispone per il periodo 2014-2020 di un bilancio di 10,1 miliardi di euro.

Una delle principali novità del periodo di programmazione 2014-2020 è l’istituzione del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia. Tale programma, a seguito dell’entrata della Repubblica di Croazia nell’Unione Europea (1 luglio 2013), si è configurato come programma di cooperazione territoriale tra Stati Membri confinanti (confine marittimo).

Il Comune di San Benedetto del Tronto da molti anni è impegnato con l’ufficio Europa a ricercare opportunità finanziarie offerte dall'Unione Europea a vantaggio dell'Ente e del territorio. Grazie alle ormai consolidate relazioni con le istituzioni locali, nazionali e internazionali interessate alle attività dell'Unione Europea e alle attività di integrazione politiche ed iniziative volte alla valorizzazione economica, culturale e sociale dell'area portuale e del mare, nel 2018 sono stati finanziati ben 3 progetti transfrontalieri.

Vedi il dettaglio del 3 progetti

 

I PROGETTI FINANZIATI CON I FONDI POR FESR

Il POR FESR è il programma operativo delle Marche che utilizza i finanziamenti messi a disposizione dall’Unione europea attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale.

Gli ambiti in cui interviene la nuova programmazione 2014-2020 sono: ricerca e innovazione, competitività delle imprese, accesso alle tecnologie digitali, uso sostenibile delle risorse, prevenzione del rischio idrogeologico, tutela del patrimonio ambientale.

Le risorse del POR FESR sono al servizio di tutta la società, dalle imprese alle università agli enti pubblici e privati, per la crescita sostenibile e lo sviluppo del sistema produttivo e territoriale delle Marche.

Il Comune di San Benedetto del Tronto è partner di importanti progetti finanziati con questi fondi:

Vedi il dettaglio

 

NEW! - Progetto comunitario ARCA ADRIATICA, si ascoltano i cittadini

Si amplia al contributo dei cittadini il progetto ARCA ADRIATICA” finanziato dall’Unione Europea e che vede istituzioni di Italia e Croazia insieme con l’obiettivo di sviluppare un prodotto turistico comune, basato sul patrimonio culturale marittimo delle due sponde dell’Adriatico.

Dopo aver costituito un Centro di eccellenza composto dai soggetti pubblici e privati del territorio che si interessano del tema, capace di definire le linee strategiche sui cui muoversi per raggiungere gli obiettivi del progetto, ARCA ADRIATICA ora si concentra sulla percezione che hanno i cittadini del ruolo che svolge il patrimonio marittimo (inteso come complesso di musei, beni, oggetti, tradizionale orale, strutture a supporto) nel costruire una nuova forma di turismo, finora poco sfruttata, capace di rappresentare una grande attrattiva potenziale perché non legata alla stagionalità , da preservare e valorizzare.

Con il contributo dei tecnici dell'Università di Urbino che collaborano con il Comune di San Benedetto del Tronto, è stato pertanto predisposto un questionario, reperibile all’indirizzo https://forms.gle/eoYkyuRzUfpGCqDQ8 composto da poche e semplici domande a cui chiunque può rispondere. I risultati del sondaggio serviranno poi a calibrare le successive fasi di sviluppo del progetto. GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE!