9. Tributi - Imposta di soggiorno

 
 
 
 

Descrizione

 

Presupposto dell'imposta è il pernottamento in qualunque tipo di struttura ricettiva (come definito dalla Legge Regionale in materia di turismo) situata nel territorio del Comune di San Benedetto del Tronto.

 

A norma del decreto legislativo 14 marzo 2011 n. 23 e con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 27/02/2012 è stata istituita nella città di San Benedetto del Tronto l'Imposta di Soggiorno.

 

Con Deliberazione Consiliare n. 21 del 29/03/2012 è stato approvato il relativo regolamento.

 

L'applicazione dell'esenzione di cui alle lettere b) e c), è subordinata al rilascio al gestore della struttura ricettiva, da parte dell'interessato, di un'attestazione, resa in base alla disposizione di cui articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni, contenente le generalità degli accompagnatori/genitori e dei pazienti, nonché il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero. L'accompagnatore/genitore dovrà altresì dichiarare che il soggiorno presso la struttura ricettiva è finalizzato all'assistenza sanitaria nei confronti del paziente.

 

Per permettere ai clienti che pernottano presso una struttura ricettiva di conoscere le modalità di applicazione, l'entità dell'imposta di soggiorno e le esenzioni previste, i gestori della struttura ricettiva sono tenuti a darne informazione in appositi spazi:

Schema di informativa multilingue

 

Oltre alla dovuta informazione, è stata predisposta anche una Lettera rivolta agli ospiti delle strutture ricettive:

Lettera al Turista

 

 

CHI E’ TENUTO AL PAGAMENTO

Soggetto passivo dell'imposta è chi pernotta nelle strutture ricettive alberghiere ed extraalberghiere situate  nel Comune di San Benedetto del Tronto nel periodo dal 15 giugno al fino al 31 agosto.

 

 

 

Modalità di presentazione

 

MODALITA’ DI COMUNICAZIONE E RIVERSAMENTO ALL’ENTE

La Corte dei Conti ha qualificato i gestori delle strutture ricettive come agenti contabili ai sensi dell’art. 93 del D.lgs.267/2000.

Pertanto, i titolari/gestori delle strutture ricettive, normativamente preposti alla esazione dell’imposta di soggiorno, assumono la veste di agente contabile, quale soggetto obbligato alla redazione del Conto Amministrativo e del Conto Giudiziale, nel rispetto della normativa vigente. La qualifica di agente contabile si fonda sul presupposto essenziale della materiale disponibilità di denaro di pertinenza pubblica (cosiddetto maneggio denaro).


In quanto tali, i gestori delle strutture sono tenuti ad una serie di adempimenti obbligatori.

 

1)Inviare la DICHIARAZIONE MENSILE dell'imposta incassata effettuando il relativo versamento a favore del Comune di San Benedetto del Tronto

Periodo di Imposta                    Scadenza versamento ed invio dichiarazione  Periodo

dal 15 giugno al 30 giugno           15 Luglio                                                       1°

dal 1° luglio   al 31 luglio            15 Agosto                                                      2°

dal 1° agosto al 31 agosto            15 Settembre                                                3°

 

2) Presentare il CONTO DI GESTIONE redatto su apposito modello ministeriale approvato con D.P.R. 194/1996 (Modello A 21) entro e non oltre il 31 gennaio di ogni anno, ai sensi degli artt. 93 e 233 del D.lgs. n° 267/2000. Il modello deve essere firmato dal gestore della struttura ricettiva e consegnato al Servizio Tributi in copia originale. Il Comune, entro 60 giorni dall’approvazione del rendiconto, trasmette il conto degli agenti contabili alla Corte dei Conti per il controllo.

 

 

MODALITA’ DI RIVERSAMENTO ALL’ENTE

L'imposta riscossa potrà essere riversata all’ente con le seguenti alternative modalità:

bonifico bancario su conto corrente intestato a Comune di San Benedetto del Tronto - IBAN IT83U0833224402000150101235

con causale: Imposta di soggiorno – periodo (1°,2° o 3°) – Nome Struttura;

 

versamento a mezzo bollettino di c/c postale n° 14045637 intestato a Comune di San Benedetto del Tronto - IBAN IT85D0760113500000014045637

con causale: Imposta di soggiorno – periodo (1°,2° o 3°) – Nome Struttura;

 

presso l'Ufficio Tributi  solo con strumenti di pagamento elettronici (Bancomat, bancoposta e carte di credito VISA e MASTERCARD).

 

 

La dichiarazione mensile potrà essere consegnata direttamente all'Ufficio Protocollo (piano terra della sede municipale di Viale De Gasperi, 124) oppure inviata tramite:

  • fax al n° 0735/794422,
  • e-mail all'indirizzo tributi@comunesbt.it
  • PEC all'indirizzo  protocollo@cert-sbt.it

Ulteriori informazioni sull'applicazione dell'imposta di soggiorno possono essere richieste mediante le seguenti modalità:

  • di persona all'Ufficio Tributi, Viale De Gasperi 124, 3° piano della sede municipale;
  • telefonicamente all'Ufficio Tributi, Viale De Gasperi 124, tel. 0735/794530
  • fax al n° 0735/794422
  • e-mail all'indirizzo tributi@comunesbt.it

 

 

 

 

Costi e validità

 

L'imposta è commisurata in rapporto alla tipologia delle strutture ricettive fino ad un massimo di 2 euro per persona per notte, per un massimo di 6 notti consecutive, secondo le misure di seguito indicate.

Tabella di determinazione dell’Imposta(71 KB)

 

 

MODALITA’ DI VERSAMENTO

Il soggetto gestore della struttura ricettiva ha l'obbligo di provvedere alla riscossione del tributo da parte del proprio cliente, rilasciandone quietanza.

 

L' imposta si applica alle singole persone non residenti nel Comune di San Benedetto del Tronto, per un massimo di 6 pernottamenti consecutivi.

 

 

ESENZIONI

Sono previste le seguenti esenzioni:

a) i minori fino al 12° anno di età, ancorché compiano 13 anni durante il soggiorno;

b) I soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, in ragione di un accompagnatore per paziente.

c) I genitori, o accompagnatori, che assistono i minori di diciotto anni ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, per un massimo di due persone per paziente.

d) I soggetti che pernottano presso gli Ostelli della Gioventù ed in strutture ricettive di proprietà dell'Amministrazione comunale.

e) I portatori di handicap non autosufficienti, con idonea certificazione medica, ed il loro accompagnatore.

f) I gruppi organizzati (minimo 20 persone) dei soggiorni per la terza e quarta età e per i disabili.

g) Gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività e assistenza a gruppi organizzati.

 

Tempi di risposta

 
 

Note aggiuntive

 

Per agevolarle gli operatori, dal 2018 il Comune mette a disposizione un portale internet dedicato, al quale le strutture potranno accreditarsi ed attraverso il quale potrà essere gestita l’imposta, la rendicontazione e la trasmissione delle denunce periodiche:

 

Accedi al portale dell'imposta di soggiorno

 

Normativa di riferimento

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 27/02/2012(332 KB) - Istituzione dell’Imposta

Deliberazione Consiliare n. 21 del 29/03/2012 - Regolamento dell’imposta

 

 

 

Modulistica