Sei in: Home Page , Contributi per le famiglie che mandano i figli ai centri estivi

Contributi per le famiglie che mandano i figli ai centri estivi

“Una scelta di alto valore sociale, che conferma uno dei cardini delle politiche per i minori di quest’Amministrazione, ma che nel contempo si caratterizza per affidare ai genitori la responsabilità di scegliere il servizio più adatto alle loro esigenze e per far precedere l’ammissione dei diversamente abili ad una valutazione di una apposita commissione erogando poi i relativi contributi alle cooperative che li seguiranno”.

 

Così l’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni descrive il nuovo bando per la concessione di contributi alle famiglie che iscriveranno i propri figli ai Centri estivi gestiti da soggetti privati in possesso di specifici requisiti di qualità. A tale scopo sono stati destinati 25mila euro a cui si aggiungono 35 mila euro destinati alle cooperative che accoglieranno diversamente abili.

 

In precedenza il Comune aveva proceduto ad individuare, tramite apposito bando, i soggetti gestori dei Centri estivi che si svolgeranno nei seguenti spazi:

 

  • ISC Nord – Plesso Moretti  - Soc. Coop. Soc. a.r.l. Veritatis Splendor
  • Scuola Primaria B. Piacentini - Coop. Soc. Tangram e Coop. Soc. A Piccoli Passi
  • Scuola dell’infanzia Via Puglia - Coop. Soc . A Piccoli Passi e Coop. Soc. Tangram
  • Scuola Primaria Spalvieri - Polisportiva Gagliarda s.c.s.s.d.
  • Scuola Ascolani di Grottammare - Polisportiva Gagliarda s.c.s.s.d.
  • Casa S. Francesco di Paola - Soc. Coop. Sociale Capitani Coraggiosi
  • Centro Estivo Asino Piceno Via Santa Lucia Alta - Soc. Coop. Sociale Capitani Coraggiosi

 

Le famiglie che hanno figli di età compresa tra 3 e 14 anni e che hanno un ISEE 2017 non superiore a € 10.632,94 potranno ottenere un contributo massimo di 60 euro settimanali a bambino per un massimo di 300 euro per 5 settimane di frequenza. Inoltre, a queste famiglie verrà riconosciuto un contributo di 2 euro per ogni pasto consumato nel Centro. In caso di 2 o più figli minori, il contributo verrà concesso al 50% sia al secondogenito che ai successivi fino ad esaurimento del fondo disponibile.

 

La domanda di contributo deve essere redatta utilizzando unicamente l'apposito modello scaricabile da questa pagina o disponibile presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico o al Settore Servizi alla Persona e va presentata entro il 27 giugno 2017.

 

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Settore Servizi alla Persona del Comune di San Benedetto del Tronto, tel. 0735/794259 e-mail: distefanol@comunesbt.it

 
 
San Benedetto del Tronto, 08-06-2017
 
A cura dell'Ufficio Stampa