Sei in: STAGIONE TEATRALE 2018/19

STAGIONE TEATRALE 2018/19

 
dove
Teatro Concordia
 
quando
martedì 8 gennaio 2019
 
telefono
 
 
e-mail
 
 
a cura di

Comune di San Benedetto del Tronto AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali

con il contributo di MiBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Marche

con il sostegno di BIM Tronto

 
 
 
 
 
 

Il Sistina
ROSSELLA BRESCIA, TOSCA D’AQUINO, ROBERTA LANFRANCHI, SAMUELA SARDO
BELLE RIPIENE
Una gustosa commedia dimagrante
di Giulia Ricciardi
scritta con Massimo Romeo Piparo
scene Teresa Caruso
luci Daniele Ceprani
costumi Cecilia Betona
suono Domenico Amatucci
regia Massimo Romeo Piparo

 

Dopo la riuscitissima commedia Smetti di Piangere Penelope, Massimo Romeo Piparo torna a firmare uno spettacolo di prosa tutto al femminile.

L’affiatatissimo trio artefice del successo della pièce francese sull’annoso tema dell’orologio biologico – D’Aquino, Lanfranchi, Sardo- affiancato dalla new entry Rossella Brescia, torna a proporre un esilarante spaccato di vita femminile dove protagonisti del racconto sono questa volta – guarda un po’! – il cibo e gli uomini: le donne amano mangiare ma poi si costringono a infernali diete dimagranti… ci sarà un elemento in comune tra il loro rapporto col cibo e quello con gli uomini?

Questa gustosa commedia dimagrante è ambientata nel regno delle donne ovvero dentro una cucina tra pentole e fornelli. La particolarità è che in questo caso i fornelli e la cucina sono veri.

Le quattro performers (ci piace definirle così perché oltre a recitare saranno costrette “da copione” ad esprimersi anche nell’arte culinaria) cucineranno delle reali pietanze – ognuna con la propria estrazione geografica, dal Salento a Napoli, da Roma all’Alta Padana – mentre “accenderanno” anche un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive più o meno realizzate esistenze.

Al termine di questo racconto “dimagrante” toccherà al pubblico condividere con le attrici il cibo cucinato ma non certo i loro uomini che rimarranno relegati tristemente nella lista dei “cibi proibiti” dal… dietologo dell’amore.