News

 

Periodo visualizzato: 2024

15 maggio 2024 - AVVISO DISABILITA' GRAVISSIMA ANNO 2023 INTERVENTI A FAVORE DI PERSONE IN CONDIZIONE DI DISABILITA' GRAVISSIMA DI CUI ALL'ART. 3 DEL D.M. 26/09/2016

Interventi a favore di persone in condizioni di disabilità gravissima di cui all'Art. 3 del D.M. 26.09.2016


Presentazione della domanda di riconoscimento della condizione di disabilità gravissima
D.G.R. n.592/2024 - DD n. 42/CDI/2024 “DPCM 03/10/2022 “Fondo Nazionale per la non autosufficienza 2022/2024. Approvazione Avviso pubblico relativo all’intervento “Contributo a favore di persone con disabilità gravissima”– annualità 2023”


L’intervento consiste in un contributo economico finalizzato ad attivare o rafforzare la presa in carico della persona non autosufficiente attraverso un piano personalizzato di assistenza, che integri le diverse componenti sanitaria, sociosanitaria e sociale, in modo da assicurare la continuità assistenziale.
Per accedere al contributo è necessario ottenere il riconoscimento della condizione di "Disabilità Gravissima" di cui all’art.3 c.2 del D.M. 26/09/2016 attraverso una certificazione rilasciata da un'apposita commissione sanitaria provinciale.
Chi puo' fare domanda di riconoscimento della condizione di "Disabilità Gravissima" di cui all’art. 3 c. 2 del D.M. 26/09/2016 :

le persone già beneficiarie di accompagnamento di cui alla legge 11/02/1980, n. 18 o non autosufficienti ai sensi dell'allegato 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n.159 del 2013 e per le quali si sia verificata una delle condizioni (attestata da apposita certificazione medica specialistica) previste dalla lettera a) alla lettera i) di cui all'art. 3 c. 2 del D.M. 26/09/2016 (come da allegato A del presente bando).
- Sono esclusi dal beneficio i soggetti ospiti di strutture residenziali.
- L'intervento è alternativo agli interventi: “Assegno di cura”, "Vita Indipendente", “Riconoscimento e valorizzazione del lavoro di cura del familiare-caregiver che assiste persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA)”, “Riconoscimento e valorizzazione del lavoro di cura del familiare-caregiver che assiste un familiare di età compresa tra 0 e 25 anni affetto da una malattia rara di cui all’allegato 7 del D.P.C.M. 12 gennaio 2017 e che necessita di ventilazione e/o nutrizione artificiale”.
- Nel caso in cui il disabile sia stato ricoverato in struttura ospedaliera per un periodo di tempo superiore ai 30 gg. il contributo sarà sospeso per i giorni di ricovero successivi al trentesimo giorno.
- L'importo del contributo varia in base alle condizioni di accesso previste dalle DGR di cui sopra, verificate dal referente dell'ente locale in fase di istruttoria della domanda di contributo presentata dal beneficiario o un suo

 

14 maggio 2024 - AVVISO Interventi a favore delle Famiglie L.R. 30/98 - ANNO 2024

Sono aperti i termini per presentare domanda di ammissione ai contributi per Interventi a favore delle famiglie finalizzati al superamento di situazioni di disagio sociale o economico (DGR 1737/2023)
INTERVENTI PREVISTI
A - Sostegno economico a favore di donne sole in stato di gravidanza o con figli non riconosciuti dall’altro genitore e di nuclei monogenitoriali in difficoltà.
B - Sostegno economico a favore delle famiglie con 3 o più figli (di cui almeno uno minore).
Possono presentare richiesta di contributo i cittadini residenti in uno dei comuni dell'Ambito Territoriale Sociale n. 21 (Acquaviva Picena, Carassai, Cossignano, Cupra Marittima, Grottammare, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montefiore dell'Aso, Monteprandone, Ripatransone e San Benedetto del Tronto), che abbiano acquisito la residenza almeno 1 anno prima della pubblicazione del presente bando, con i seguenti requisiti:
- Appartenenza a Nucleo familiare con figli minori;
- Valore ISEE ordinario non superiore ad € 6.000,00.
Per Intervento A inoltre: essere madre o padre di minori riconosciuti da un solo genitore o di minori per cui sia presente solo uno dei genitori oppure riconosciuti da entrambi i genitori, conviventi con uno solo di essi.
Per Intervento B inoltre: famiglie che hanno 3 o più figli (di cui almeno uno minore) all’interno del proprio nucleo familiare.
Il contributo per singolo beneficiario di € 500,00 sarà erogato secondo l'ordine progressivo di graduatoria, fino ad esaurimento del fondo a disposizione.

 

17 aprile 2024 - AVVISO PUBBLICO PER L'ISTITUZIONE DELL'ALBO DELLE FAMIGLIE AFFIDATARIE O ACCOGLIENTI

Il presente Avviso è finalizzato all'istituzione di un Albo di famiglie accoglienti composto da 2 sezioni:

1) Minori, al fine di promuovere lo strumento dell’affido familiare nelle sue differenti declinazioni (residenziale, diurno, sostegno familiare);

2) Adulti (persone in condizioni di fragilità, rifugiati, titolari di protezione, anche usciti dal sistema di accoglienza, anziani, etc.) al fine di promuovere gli strumenti dell’ospitalità in famiglia e del mentore, anche in questo caso l’intervento può limitarsi al mero sostegno;

I cittadini interessati possono iscriversi/partecipare ad una od entrambe le sezioni.

 

Possono fare richiesta per essere inseriti nell’Albo i seguenti cittadini domiciliati o residenti nell’ATS 21:

- coppie con o senza figli;

- persone singole;

in possesso dei requisiti morali e disponibili ad una valutazione da parte dei servizi competenti e ad una formazione propedeutica all’attivazione dei programmi previsti dall’avviso.

 

11 aprile 2024 - AVVISO PER LA PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO LOCALE DI SOGGETTI GESTORI DI CENTRI SOCIO OCCUPAZIONALI (LABORATORI PROTETTI) DEDICATI A PERSONE CON DISABILITA' RESIDENTI NEL TERRITORIO DELL'AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 21

Il presente Avviso è finalizzato alla costituzione di un Albo di soggetti fornitori, in possesso delle necessarie competenze tecniche, economiche ed organizzative, in grado di mettere a disposizione delle persone con disabilità residenti sul territorio dell’ATS21 e in carico ai servizi socio-sanitari territoriali, percorsi di integrazione e inclusione in Laboratori Socio Occupazionali (LSO).

 

I soggetti gestori riconosciuti idonei dovranno essere in grado di offrire le prestazioni specifiche richieste dalla presente procedura e saranno sottoposti ad attività di verifica e monitoraggio da parte dello stesso ATS 21. E’ prevista un’attività di co-progettazione che coinvolge la persona con disabilità  (o il suo sistema di riferimento), il gestore accreditato, l’UMEA  e il Comune di residenza. 

 

Tale modello gestionale si applica ai seguenti ambiti:

laboratori socio occupazionali; servizi/attività anche economiche che si rendono disponibili all’ospitalità di tirocini/laboratori socio-assistenziali e/o occupazionali.

 

 

 

28 marzo 2024 - MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE SEGUENTI CATEGORIE DI IMMOBILI/ALLOGGI PER ESIGENZE ALLOGGIATIVE ANCHE EMERGENZIALI

L'Ambito Territoriale Sociale 21 intende sondare il mercato locale al fine di acquisire, da parte di

privati, soggetti del terzo settore e strutture ricettive, eventuali manifestazioni di interesse alla messa a

disposizione delle seguenti tipologie di immobili e/o alloggi da destinare a Enti del Terzo Settore che,

nelle tipologie di intervento A e B, per conto dell’ATS 21 stesso, gestiscano esigenze abitative anche

emergenziali:

 

Tipologia A: – Alloggi in strutture ricettive (affittacamere, B. & B., pensioni, alberghi, ecc.) per pronta

accoglienza di singoli individui o nuclei in carico ai servizi sociali dell’ATS 21.

I titolari di strutture ricettive, disponibili a mettere a disposizione i loro immobili a singoli individui o

nuclei in carico ai servizi sociali dell’Ambito Territoriale Sociale 21, dovranno presentare apposita

manifestazione di interesse utilizzando lo specifico modulo allegato al presente avviso (Modulo n. 1 con

allegata copia fotostatica del documento di identità in corso di validità del sottoscrittore).

 

Dovrà essere precisato quanto segue:

➢ tipologia della struttura ricettiva;

➢ n. di camere messe a disposizione (singola/doppia/ecc) e totale posti letto;

➢ descrizione dei servizi offerti;

➢ prezzo per camera a notte con l'indicazione delle voci espressamente ricomprese e l'eventuale

indicazioni di spese extra;



 

Bando per l'ammissione al corso di "Allestimento e manutenzione delle aree di cantiere" AD OCCUPAZIONE GARANTITA (20%)

26 marzo 2024 - Bando per l'ammissione al corso di "Allestimento e manutenzione delle aree di cantiere" AD OCCUPAZIONE GARANTITA (20%)

OBIETTIVI: Il corso, realizzato insieme al partner Opera Coop. Soc. e grazie al sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli Piceno nell’ambito del progetto “Attenzione fragile !!!”, si pone l’obiettivo di fornire ai/alle partecipanti gli strumenti per allestire la logistica di cantiere.
CONTENUTI:
16 ore Sicurezza dei lavoratori rischio alto
8 ore Abilitazione alla conduzione di piattaforme elevabili (di cui 4 ore prova pratica)
8 ore Antincendio rischio medio
12 ore Primo soccorso
8 ore Corso per utilizzo motoseghe
8 ore Addetto apposizione della segnaletica stradale
12 ore Preposto addetto apposizione della segnaletica stradale
16 ore Addetto alla gestione di ecocentri (gestione rifiuti solidi urbani)
2 ore Presentazione del settore
2 ore Il mercato del lavoro e la normativa di riferimento


STAGE (8 ore) Allestire la logistica di cantiere; Verifica dell'area interessata: stima dell'approvvigionamento di materiale, individuazione dei percorsi di accesso per i mezzi pesanti, rilievo dell'area di cantiere; Installazione dei locali e delle strutture di servizio, realizzazione della recinzione, tracciamento dell'area di cantiere; Allestimento e Manutenzione della Segnaletica di cantiere: verifica e manutenzione della segnaletica di cantiere, installazione della segnaletica di cantiere; Gestione del carico e scarico materiali: come effettuare il carico e scarico dei materiali, predisposizione delle aree di deposito, predisposizione delle aree di carico e scarico; Disallestimento del cantiere: disinstallazione della logistica di cantiere, verifica del piano operativo di disallestimento;

 

PARENT MEETING - Programma P.I.P.P.I.

21 marzo 2024 - PARENT MEETING - Programma P.I.P.P.I.

 Il Programma P.I.P.P.I. Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione nasce a fine 2010, risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, le 10 Città italiane (riservatarie del fondo della Legge 285/1997) e i servizi sociali, e di protezione e tutela minori nello specifico, come le cooperative del privato sociale, le scuole, le Aziende che gestiscono i servizi sanitari degli enti locali coinvolti.

Esso rappresenta dunque anche il tentativo di creare un raccordo tra istituzioni diverse (Ministero, Università, Enti locali) che condividono la stessa mission di promozione del bene comune, oltre che tra professioni e discipline degli ambiti del servizio sociale, della psicologia e delle scienze dell’educazione, che solo unitamente possono fronteggiare la sfida di ridurre il numero dei bambini allontanati dalle famiglie.

Il Programma persegue la finalità di innovare le pratiche di intervento nei confronti delle famiglie cosiddette negligenti al fine di ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine, articolando in modo coerente fra loro i diversi ambiti di azione coinvolti intorno ai bisogni dei bambini che vivono in tali famiglie, tenendo in ampia considerazione la prospettiva dei genitori e dei bambini stessi nel costruire l’analisi e la risposta a questi bisogni. L’obiettivo primario è dunque quello di aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare la qualità del loro sviluppo, secondo il mandato della legge  149/2001.

 

 

14 marzo 2024 - AVVISO PUBBLICO PER L'ISTITUZIONE DELL'ALBO DELLE FAMIGLIE AFFIDATARIE O ACCOGLIENTI

VISTA la legge 28 marzo 2001 n.149 “Diritto del minore ad una famiglia” concernente modifiche alla legge 4 maggio 1983 n.184 “Disciplina dell’adozione e dell’affidamento del minore”, nonché il Titolo VIII del libro primo del Codice Civile;

VISTO l’art. 16 della legge n.328/2000 il quale specifica che nell’ambito del sistema integrato di interventi e servizi sociali hanno priorità, tra gli altri, “servizi per l’affido familiare, per sostenere,con qualificati interventi e percorsi formativi, i compiti educativi delle famiglie interessate”;

VISTA la legge 7 aprile 2017 n. 47 “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati”

VISTE le linee guida del Ministero del lavoro e delle politiche sociali (Mlps) sull’affidamento;

VISTE le linee guida del Sistema di accoglienza per i titolari di protezione e per i minori stranieri non accompagnati (Siproimi/Sai) sull’affidamento dei minori e sull’accompagnamento ai percorsi di autonomia dei neo-maggiorenni (DM 18/11/2019);

 

Il presente avviso pubblico intende istituire un'albo di famiglie  accoglienti composto da due sezioni, minori ed adulti:

 

1) Minori, al fine di promuovere lo strumento dell’affido familiare nelle sue differenti declinazioni (residenziale, diurno, sostegno familiare);

2) Adulti (persone in condizioni di fragilità, rifugiati, titolari di protezione, anche usciti dal sistema di accoglienza, anziani, etc.) al fine di promuovere gli strumenti dell’ospitalità in famiglia e del mentore, anche in questo caso l’intervento può limitarsi al mero sostegno;

I cittadini interessati possono iscriversi/partecipare ad una od entrambe le sezioni.

 

Le finalità della sezione minori:

1. selezione delle famiglie disponibili all’accoglienza di minori in difficoltà;

2. piano di formazione continua e di monitoraggio degli iscritti;

3. creazione di una banca dati delle famiglie e delle persone disponibili;

4. istituzione dell’Albo delle famiglie affidatarie dell’Ast Ascoli Piceno – Ambito Territoriale Sociale 21 (d’ora in poi ATS 21).

 

Le finalità della sezione adulti:

1. selezione delle famiglie disponibili all’accoglienza di adulti (persone in condizioni di fragilità, studenti, neo-maggiorenni, rifugiati, titolari di protezione, anche usciti dal sistema di accoglienza, anziani, etc.), nonché di individui singoli o famiglie interessati a svolgere le funzioni di mentore;

2. piano di formazione continua e di monitoraggio delle famiglie/persone;

3. creazione di una banca dati delle famiglie e delle persone disponibili;

4. istituzione dell’Albo delle famiglie / persone disponibili a sostenere percorsi di autonomia e di sostegno di cittadini adulti (persone in condizioni di fragilità, studenti, neo-maggiorenni, rifugiati, titolari di protezione, anche usciti dal sistema di accoglienza, anziani, etc.)

 

 

14 marzo 2024 - AVVISO PER LA PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO LOCALE DI SOGGETTI GESTORI DI CENTRI SOCIO OCCUPAZIONALI (LABORATORI PROTETTI) DEDICATI A PERSONE CON DISABILITA' RESIDENTI NEL TERRITORIO DELL'AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 21

Visti i riferimenti normativi sotto riportati:

La legge 8 novembre 2000, n. 328 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”, in particolare artt. 5 (Ruolo del terzo settore), 6 (Funzioni dei Comuni), 11 (Autorizzazione e accreditamento), 14 (Progetti individuali per le persone disabili);

Il decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117 “Codice del Terzo settore, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106”, in particolare l’art. 55 (Coinvolgimento degli Enti del Terzo Settore);

Il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 72 del 31.03.2021 con cui sono state adottate le “Linee guida sul rapporto tra pubbliche amministrazioni e enti del Terzo Settore negli articoli 55-57 del decreto legislativo n. 117 del 2017” laddove, tra le altre cose, si provvede a definire la “co-progettazione nella forma di accreditamento” ed il relativo percorso, nel rispetto della L.241/90, per la costituzione di Elenchi ed Albi di soggetti accreditati.

 

 

Il presente Avviso è finalizzato alla costituzione di un Albo di soggetti fornitori, in possesso delle necessarie competenze tecniche, economiche ed organizzative, in grado di mettere a disposizione delle persone con disabilità residenti sul territorio dell’ATS21 e in carico ai servizi socio-sanitari territoriali, percorsi di integrazione e inclusione in Laboratori Socio Occupazionali (LSO) .

 

I soggetti gestori riconosciuti idonei dovranno essere in grado di offrire le prestazioni specifiche richieste dalla presente procedura e saranno sottoposti ad attività di verifica e monitoraggio da parte dello stesso ATS 21. E’ prevista un’attività di co-progettazione che coinvolge la persona con disabilità (o il suo sistema di riferimento), il gestore accreditato , l’UMEA e il Comune di residenza.

Tale modello gestionale si applica ai seguenti ambiti:

laboratori socio occupazionali;

servizi/attività anche economiche che si rendono disponibili all’ospitalità di tirocini/laboratori socio-assistenziali e/o occupazionali.

 

"A passo d'uomo": un progetto di prevenzione sulle dipendenze digitali e sul gioco d'azzardo della Comunità Dianova di Montefiore

06 marzo 2024 - "A passo d'uomo": un progetto di prevenzione sulle dipendenze digitali e sul gioco d'azzardo della Comunità Dianova di Montefiore

La Comunità Dianova di Montefiore dell'Aso, in collaborazione con il Dipartimento Dipendenze Patologiche AST di Ascoli Piceno ha avviato"A passo d'uomo", un progetto che ha l'obiettivo di prevenire, educare e informare sulle problematiche relative al gioco d'azzardo e alle dipendenze tecnologiche (internet, social network, cellulari etc...) attraverso differenti tecniche e strumenti alternativi.

 

Terza edizione " Festival 0/100 - Reti di Cura"

04 marzo 2024 - Terza edizione " Festival 0/100 - Reti di Cura"

L'Ambito Territoriale Sociale 21 presenta la terza  edizione del "Festival 0/100 Reti di Cura" importante opportunità formativa a favore dell'intera comunità educante inclusiva dei dodici comuni dell'Ats21.

Destinatari del Festival sono  tutti coloro che stanno a fianco alle persone bisognose di cura, ovvero coloro che curano: siano essi genitori, educatori, insegnanti, operatori sociali o semplici cittadini.

Tutti costoro, insieme ai soggetti di cui si prendono cura, siano essi bambini, adolescenti o adulti o anziani, compongono la comunità educante 0-100, comunità che vista in un'ottica ecologico-sistemica, riconosce costituzionalmente al suo interno la presenza di fenomeni interconnessi e interdipendenti, per cui, la condizione di "benessere" di uno, "a caduta", determina e favorisce, in un certo qual modo, quella dell'altro, ad "effetto domino", nel contesto relazionale di riferimento.

Sta ad ogni singolo, ripartire da questa consapevolezza per favorire tale "felice circolo virtuoso relazionale in presenza": in famiglia, nei servizi educativi 0-3, a scuola e in altri contesti relazionali della comunità in cui si vive.

 

 

 

 

12 febbraio 2024 - AVVISO PUBBLICO Progetto di vita indipendente Ministeriale per le persone con disabilità (DPCM 21.11.2919 - DGR 1469/2023 - DGR 1696/2018 L.R. 21/2018) Determinazione Area Servizi Sociali nr. 63 rg 84 del 27.02.2024

L’Ambito Territoriale Sociale n.23 – Unione dei Comuni Vallata del Tronto, in qualità di capofila per la Provincia di Ascoli Piceno degli ATS 21, ATS 22, ATS 24 (quest’ultimo partecipa anche con i Comuni ricompresi nella Provincia di Fermo), rende note le modalità per la presentazione delle domande finalizzate alla realizzazione di progetti personalizzati di “Vita Indipendente Ministeriale”. Suddetta progettualità vuole consentire alle persone adulte con disabilità grave il raggiungimento della vita autonoma ed indipendente, favorendo il diritto di vivere in autonomia quale "soggetto attivo" e protagonista della propria vita. Per l’individuazione dei beneficiari, la predisposizione e la redazione dei Progetti personalizzati di Vita Indipendente si farà riferimento a quanto disposto dalla DGR 1496/2023, dalle “Linee di indirizzo per progetti di vita indipendente di cui al DPCM 21/11/2019 e dalle “Linee guida regionali” di cui all’art. 6 della L. R. n. 21/2018 adottate con DGR n.1696/2018. La durata dei progetti è pari a 8 mesi, con decorrenza dal 1° maggio 2024 e fino al 31 dicembre 2024. All’esito dell’istruttoria verrà approvata una graduatoria singola per ciascun ATS delle domande presentate sulla base dei criteri indicati nel presente Avviso Pubblico.

 

 

Convegno "Conoscere per Educare" come sostenere lo sviluppo espressivo del bambino  nel sistema integrato 0-6"

12 gennaio 2024 - Convegno "Conoscere per Educare" come sostenere lo sviluppo espressivo del bambino nel sistema integrato 0-6"

Giovedì 18 Gennaio 2024, dalle ore 16,30 alle ore 18.30 , presso l' Hotel Casale di Colli del Tronto (AP) si terrà il convegno “Conoscere per Educare" come sostenere lo sviluppo espressivo del bambino nel sistema integrato 0-6”

Evento promosso dagli AA.TT.SS. 21, 22, 23, 24 per mezzo del “Protocollo d’Intesa CPT 0-6 d’interambito piceno” su un tema particolarmente sentito dal personale educativo e scolastico.

INTERVENTI:

“Conoscere per educare: conoscenza dei processi evolutivi della normalità e della diversità da 0 a 6 anni” - Piero Crispiani, Professore onorario Università di Macerata e Professore ordinario Università Link Campus University – Roma

“Come sostenere lo sviluppo espressivo del bambino dalla motricità al linguaggio nei servizi educativi 0-3 e scuole dell’infanzia” - Eleonora Palmieri , Psicologa, Pedagogista, Terapista ITARD, Neuropsicomotricista

“L’esperienza del progetto “Best start nido” con équipe di terapisti del neurosviluppo presso i nidi del territorio” - Cristiana Carniel, Presidente associazione “Michelepertutti”

“L’esperienza del progetto “Da grande diventerò bambino” con percorsi di educazione psicomotoria nei nidi e nelle scuole dell’infanzia del territorio” - Matteo Della Sciucca, psicomotricista neurofunzionale, cooperativa “Millennium”

“Presentazione partenza del corso “Conoscere per promuovere lo sviluppo motorio-prassico e linguistico del bambino nel sistema integrato 0-6” Staff CPT 0-6 del Piceno -coordinatrici pedagogiche - Erika Piergallini, Rosanna Vigliarolo, Patrizia Nobili

 

Giornata formativa sull'assegno d'inclusione sociale ADI - Giovedì 18 Gennaio 2024

09 gennaio 2024 - Giornata formativa sull'assegno d'inclusione sociale ADI - Giovedì 18 Gennaio 2024

Giovedì 18 Gennaio 2024 dalle ore 9.30 alle ore 13.00 c/o l'auditorium Comunale di San Benedetto del Tronto "G. Tebaldini" si terrà un'incontro  formativo sulla nuova misura nazionale di contrasto alla povertà, l’Assegno di Inclusione (ADI) destinato alla fragilità e all’esclusione sociale delle fasce deboli, attraverso percorsi di inserimento sociale, nonché di formazione, di lavoro e di politica attiva del lavoro, istituita a decorrere dal 1° gennaio 2024 dal decreto-legge 4 maggio 2023, n. 48, convertito con modificazioni dalla legge 3 luglio 2023, n. 85.

Evento accreditato per il rilascio di crediti formativi in favore degli assistenti sociali presenti all’incontro.

 

Programma dell'incontro:

ore 9.30 Saluti Istituzionali
ore 9.45 Introduce: Maria Simona Marconi, Coordinatrice ATS 21
ore 10.00 Relazione tecnica: Alessandro Ciglieri
ore 12.00 Laboratorio ADI
Confronto tra operatori inter istituzionali del sociale, della sanità, delle politiche attive del lavoro, dell’istruzione adulti, della giustizia, del terzo settore, degli Enti di patronato, dei Caf.


Con la partecipazione della Dott.sa Annina Brunozzi
Responsabile Ufficio relazioni esterne
sede provinciale INPS Ascoli Piceno


Evento trasmesso in diretta sul canale YouTube TW
Puoi partecipare al dibattito al link:
https://meet.goto.com/AlessandroCiglieri/laboratorio-adi