Progetto "PRENDERSI CURA DI CHI CURA"

 Progetto in-formativo per una Comunità Educante 0-100 Inclusiva in ATS21

 
 
 
 

L'ATS 21 promuove interventi in-formativi mirati a distanza, gratuiti, in emergenza sanitaria da COVID 19, (da marzo 2020 a marzo 2021), rivolti ai soggetti che si prendono cura di bambini, anziani e persone affette da demenza senile, ovvero educatrici, insegnanti, genitori, caregivers.

Beneficiari indiretti di questa operazione sono i cittadini dei 12 Comuni dell’ATS21 più vulnerabili, da 0 a 100,  dal bambino all’anziano, che possono ricevere contesti di vicinanza e parità di accesso alle diverse opportunità nel momento storico di particolare complessità e vulnerabilità, dovuto all’emergenza sanitaria in corso.

 

Ad oggi la serie di iniziative del progetto “Prendersi cura di chi cura per una comunità educante 0-100 inclusiva in ATS21” è postata sul sito, pagina fb e canale youtube del Comune di San Benedetto del Tronto e dell'ATS21, a beneficio di chi vorrà servirsene.

 

PRENDERSI CURA DI CHI CURA... IN EDUCAZIONE per genitori, educatrici ed insegnanti.

Nel pieno lockdown della scorsa primavera (marzo 2020) la disponibilità dell'associazione di "Michelepertutti si incontra con le attese dell'assessorato alle "Politiche sociali" del Comune di San Benedetto del Tronto e dell'ATS21 per mezzo del coordinamento pedagogico territoriale 0-6 circa la necessità di rivolgere un sostegno in-formativo a distanza, inizialmente alle educatrici dei nidi e sezioni primavera comunali, e successivamente a tutto il personale educativo e insegnante 0-6 dell'ATS21.

Nasce così il progetto "Prendersi cura di chi cura", un ciclo di videoconferenze con esperti, messo a disposizione in un momento nevralgico, di supporto al personale educativo ed insegnante riguardo alla delicata gestione della dimensione emotiva, determinata dal momento, ovvero dalla sospensione dei servizi educativi 0-3 e della scuola stessa.

Il progetto cresce nel dedicare poi, spazio di attenzione e supporto anche ai genitori di bimbi da 0 a 3 anni, tramite la realizzazione da parte di "Michelepertutti" di video tematici, raccolti sotto il titolo "Corsi per crescere" e postati sul sito del Comune di San Benedetto del Tronto e sulla pagina FB e canale youtube dell'ATS21, a disposizione di tutti i cittadini dell'ATS21.

 

A distanza di quasi un anno, per il perdurare dell’emergenza sanitaria, ma, questa volta, con i servizi e le scuole funzionanti, viene attivata la seconda fase di formazione a distanza con videoconferenze online di fronte alla necessità di rinforzare tale percorso in educazione, grazie alla collaborazione del Comune capofila di San Benedetto del Tronto con la “Scuola dei 1000 giorni” dell’Associazione “Il Melograno” ed il raccordo degli stessi con l’ATS21.

Filo rosso che sottende a tutti gli incontri on line da gennaio a marzo 2021, di cui n. 3 destinati ai genitori e n. 3 alle educatrici ed insegnanti, è il tema dei “gesti di cura quotidiana”, quali e come assunti da parte degli adulti di riferimento, nella loro quotidianità, nei confronti dei bambini sia nei servizi educativi, a scuola o in famiglia; atteggiamenti consapevoli o inconsapevoli degli adulti di riferimento, che influiscono sulla relazione educativa con il bambino, anche con particolare risonanza per il complesso momento storico in cui si sta vivendo.

 
 
 
 
 
 

PRENDERSI CURA DI CHI CURA... IN CONTESTI SOCIO-ASSISTENZIALI per cargivers

Da qui, il progetto "Prendersi cura di chi cura", si iscrive nella più ampia progettualità, già in atto, da qualche anno presso il Comune di San Benedetto del Tronto e l'ATS21, targata "0-100" con attenzione all'inclusività per mezzo della collaborazione tra l’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto, l’ATS21 e gli esperti dell’Associazione “Iris insieme a te”, con cui si realizzano n.11 mini-video per il ciclo "Contatti-amo-ci", in uscita tra gennaio e febbraio 2021. Tale iniziativa si rivolge, questa volta, ai caregivers, ovvero alle persone che si occupano dell'anziano o della persona con demenza senile, tramite la messa a disposizione di "video-pillole” a tema.


In linea con la medesima iniziativa, una playlist di brevi video su come comportarsi con gli anziani con demenza, destinata ai caregivers, è stata realizzata dal Centro Diurno Demenza “il Giardino dei Tigli” nello scorso mese di dicembre 2020 e messa a disposizione dell’ATS21.

 
Approfondimenti

15 maggio 2024

AVVISO DISABILITA' GRAVISSIMA ANNO 2023 INTERVENTI A FAVORE DI PERSONE IN CONDIZIONE DI DISABILITA' GRAVISSIMA DI CUI ALL'ART. 3 DEL D.M. 26/09/2016

Interventi a favore di persone in condizioni di disabilità gravissima di cui all'Art. 3 del D.M. 26.09.2016


Presentazione della domanda di riconoscimento della condizione di disabilità gravissima
D.G.R. n.592/2024 - DD n. 42/CDI/2024 “DPCM 03/10/2022 “Fondo Nazionale per la non autosufficienza 2022/2024. Approvazione Avviso pubblico relativo all’intervento “Contributo a favore di persone con disabilità gravissima”– annualità 2023”


L’intervento consiste in un contributo economico finalizzato ad attivare o rafforzare la presa in carico della persona non autosufficiente attraverso un piano personalizzato di assistenza, che integri le diverse componenti sanitaria, sociosanitaria e sociale, in modo da assicurare la continuità assistenziale.
Per accedere al contributo è necessario ottenere il riconoscimento della condizione di "Disabilità Gravissima" di cui all’art.3 c.2 del D.M. 26/09/2016 attraverso una certificazione rilasciata da un'apposita commissione sanitaria provinciale.
Chi puo' fare domanda di riconoscimento della condizione di "Disabilità Gravissima" di cui all’art. 3 c. 2 del D.M. 26/09/2016 :

le persone già beneficiarie di accompagnamento di cui alla legge 11/02/1980, n. 18 o non autosufficienti ai sensi dell'allegato 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n.159 del 2013 e per le quali si sia verificata una delle condizioni (attestata da apposita certificazione medica specialistica) previste dalla lettera a) alla lettera i) di cui all'art. 3 c. 2 del D.M. 26/09/2016 (come da allegato A del presente bando).
- Sono esclusi dal beneficio i soggetti ospiti di strutture residenziali.
- L'intervento è alternativo agli interventi: “Assegno di cura”, "Vita Indipendente", “Riconoscimento e valorizzazione del lavoro di cura del familiare-caregiver che assiste persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA)”, “Riconoscimento e valorizzazione del lavoro di cura del familiare-caregiver che assiste un familiare di età compresa tra 0 e 25 anni affetto da una malattia rara di cui all’allegato 7 del D.P.C.M. 12 gennaio 2017 e che necessita di ventilazione e/o nutrizione artificiale”.
- Nel caso in cui il disabile sia stato ricoverato in struttura ospedaliera per un periodo di tempo superiore ai 30 gg. il contributo sarà sospeso per i giorni di ricovero successivi al trentesimo giorno.
- L'importo del contributo varia in base alle condizioni di accesso previste dalle DGR di cui sopra, verificate dal referente dell'ente locale in fase di istruttoria della domanda di contributo presentata dal beneficiario o un suo

 

14 maggio 2024

AVVISO Interventi a favore delle Famiglie L.R. 30/98 - ANNO 2024

Sono aperti i termini per presentare domanda di ammissione ai contributi per Interventi a favore delle famiglie finalizzati al superamento di situazioni di disagio sociale o economico (DGR 1737/2023)
INTERVENTI PREVISTI
A - Sostegno economico a favore di donne sole in stato di gravidanza o con figli non riconosciuti dall’altro genitore e di nuclei monogenitoriali in difficoltà.
B - Sostegno economico a favore delle famiglie con 3 o più figli (di cui almeno uno minore).
Possono presentare richiesta di contributo i cittadini residenti in uno dei comuni dell'Ambito Territoriale Sociale n. 21 (Acquaviva Picena, Carassai, Cossignano, Cupra Marittima, Grottammare, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montefiore dell'Aso, Monteprandone, Ripatransone e San Benedetto del Tronto), che abbiano acquisito la residenza almeno 1 anno prima della pubblicazione del presente bando, con i seguenti requisiti:
- Appartenenza a Nucleo familiare con figli minori;
- Valore ISEE ordinario non superiore ad € 6.000,00.
Per Intervento A inoltre: essere madre o padre di minori riconosciuti da un solo genitore o di minori per cui sia presente solo uno dei genitori oppure riconosciuti da entrambi i genitori, conviventi con uno solo di essi.
Per Intervento B inoltre: famiglie che hanno 3 o più figli (di cui almeno uno minore) all’interno del proprio nucleo familiare.
Il contributo per singolo beneficiario di € 500,00 sarà erogato secondo l'ordine progressivo di graduatoria, fino ad esaurimento del fondo a disposizione.

 

17 aprile 2024

AVVISO PUBBLICO PER L'ISTITUZIONE DELL'ALBO DELLE FAMIGLIE AFFIDATARIE O ACCOGLIENTI

Il presente Avviso è finalizzato all'istituzione di un Albo di famiglie accoglienti composto da 2 sezioni:

1) Minori, al fine di promuovere lo strumento dell’affido familiare nelle sue differenti declinazioni (residenziale, diurno, sostegno familiare);

2) Adulti (persone in condizioni di fragilità, rifugiati, titolari di protezione, anche usciti dal sistema di accoglienza, anziani, etc.) al fine di promuovere gli strumenti dell’ospitalità in famiglia e del mentore, anche in questo caso l’intervento può limitarsi al mero sostegno;

I cittadini interessati possono iscriversi/partecipare ad una od entrambe le sezioni.

 

Possono fare richiesta per essere inseriti nell’Albo i seguenti cittadini domiciliati o residenti nell’ATS 21:

- coppie con o senza figli;

- persone singole;

in possesso dei requisiti morali e disponibili ad una valutazione da parte dei servizi competenti e ad una formazione propedeutica all’attivazione dei programmi previsti dall’avviso.